Ayurveda: massaggio al cuoio capelluto

 Curato da


Ayurveda: massaggio al cuoio capelluto

La cura dei capelli con l'Ayurveda Per avere capelli lucidi, fluenti e forti, è necessario che il cuoio capelluto sia sano, ben irrorato e ben nutrito. Il nemico peggiore per i capelli è l’eccessivo calore, provocato da sole, clima arido o acqua calda. Anche i capelli, come le unghie, riflettono lo stato interno dell’organismo e quindi una dieta ben bilanciata, ricca di minerali e vitamine, è essenziale Quali prodotti sono davvero nutrienti? In particolare ferro, zinco, zolfo, complesso B e vitamina C possono migliorare visibilmente la salute dei capelli. I prodotti nutrienti tipo creme o impacchi possono risultare utili alla bellezza dei capelli, a condizione che raggiungano effettivamente le radici. Capita spesso, infatti, che squilibri a livello del cuoio capelluto o depositi di cellule morte, desquamazione e residui di sebo blocchino i follicoli e impediscano la circolazione, rendendo l’ambiente asfittico. Il massaggio della testa con l’olio è il rimedio naturale più utile ed efficace in questi casi. Massaggio al cuoio capelluto Utilizzare olio ayurvedico di sesamo per costituzione Vata e Kapha, olio di cocco per Pitta. Applicare con i polpastrelli l’olio ayurvedico tiepido su tutta la superficie Massaggiare ritmicamente tutta la superficie della testa Spazzolare delicatamente a testa in giù con una spazzola naturale Avvolgere i capelli in un asciugamano e lasciare in posa da mezz’ora a tutta la notte Questo è un ottimo trattamento pre-shampoo che contrasta la secchezza causata da tinta, permanente, casco e asciuga capelli elettrico, rinforza il capello dalla punta alla radice e favorisce la crescita di nuovi capelli. Cercare di evitare gli shampoo con sodium o ammonium lauryl sulfate; producono molta schiuma - che non è un fattore lavante - e possono creare secchezza e irritazioni al cuoio capelluto. Purtroppo queste sostanze chimiche eliminano anche il naturale strato proteico che avvolge e protegge il capello, rendendo necessario l’uso del balsamo. Il balsamo, a sua volta, produce una patina oleosa che sembra lasciare il capello morbido e rivitalizzato, mentre in realtà trattiene la polvere e rende i capelli sempre più opachi e pesanti. E’ un circolo vizioso; secondo l’Ayurveda, i capelli sani trattati periodicamente con l’olio ayurvedico non hanno bisogno di balsamo. Per chi è di costituzione Vata servono uno o due impacchi alla settimana, per chi è di costituzione Pitta ne basta uno alla settimana, mentre per la costituzione Kapha ha già una bella chioma fluente e un po’ oleosa di natura, l’ideale è uno ogni quindici giorni.

La cura dei capelli con l'Ayurveda

Per avere capelli lucidi, fluenti e forti, è necessario che il cuoio capelluto sia sano, ben irrorato e ben nutrito. Il nemico peggiore per i capelli è l'eccessivo calore, provocato da sole, clima arido o acqua calda. Anche i capelli, come le unghie, riflettono lo stato interno dell'organismo e quindi una dieta ben bilanciata, ricca di minerali e vitamine, è essenziale.

capelli cuoio capelluto massaggio ayurvedicoQuali prodotti per capelli sono davvero nutrienti?

In particolare ferro, zinco, zolfo, complesso B e vitamina C possono migliorare visibilmente la salute dei capelli.

I prodotti nutrienti tipo creme o impacchi possono risultare utili alla bellezza dei capelli, a condizione che raggiungano effettivamente le radici. Capita spesso, infatti, che squilibri a livello del cuoio capelluto o depositi di cellule morte, desquamazione e residui di sebo blocchino i follicoli e impediscano la circolazione, rendendo l'ambiente asfittico.

Il massaggio della testa con l'olio è il rimedio naturale più utile ed efficace in questi casi.

Massaggio ayurvedico del cuoio capelluto

L'Ayurveda consiglia du utilizzare, anche per il massaggio ayurvedico dei capelli e del cuoio capelluto, un olio specifico per ogni Dosha: olio ayurvedico di sesamo per costituzione Vata e Kapha, olio di cocco per Pitta.

Pratica del massaggio ayurvedico dei capelli e del cuoio capelluto

  • Applicare con i polpastrelli l'olio ayurvedico tiepido su tutta la superficie
  • Massaggiare ritmicamente tutta la superficie della testa
  • Spazzolare delicatamente a testa in giù con una spazzola naturale
  • Avvolgere i capelli in un asciugamano e lasciare in posa da mezz'ora a tutta la notte
  • Questo è un ottimo trattamento pre-shampoo che contrasta la secchezza causata da tinta, permanente, casco e asciuga capelli elettrico, rinforza il capello dalla punta alla radice e favorisce la crescita di nuovi capelli.

Consigli per i prodotti per capelli

Cercare di evitare gli shampoo con sodium o ammonium lauryl sulfate; producono molta schiuma - che non è un fattore lavante - e possono creare secchezza e irritazioni al cuoio capelluto. Purtroppo queste sostanze chimiche eliminano anche il naturale strato proteico che avvolge e protegge il capello, rendendo necessario l'uso del balsamo.

Il balsamo, a sua volta, produce una patina oleosa che sembra lasciare il capello morbido e rivitalizzato; in realtà trattiene la polvere e rende i capelli sempre più opachi e pesanti. 

E' un circolo vizioso; secondo l'Ayurveda, i capelli sani trattati periodicamente con l'olio ayurvedico non hanno bisogno di balsamo. Per chi è di costituzione Vata servono uno o due impacchi alla settimana, per chi è di costituzione Pitta ne basta uno alla settimana, mentre per la costituzione Kapha ha già una bella chioma fluente e un po' oleosa di natura, l'ideale è uno ogni quindici giorni.


photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!