Ayurveda: sonno e riposo notturno

 Curato da


Ayurveda: sonno e riposo notturno

Ayurveda: come dormire bene

L'Ayurveda definisce il sonno "la balia del mondo" perché protegge, nutre e rigenera. E' il grande guaritore che ridona le forze. Insieme all'alimentazione, è considerato uno dei pilastri fondamentali della salute.

sonno dormire ayurvedaSonno notturno: quando è migliore?

Le ore giuste per dormire sono quelle notturne, mentre il sonno diurno causa accumuli di tossine e ama (cibo non digerito, che si accumulano nei canali corporei) sia nel corpo che nella mente. Solo quando si è in convalescenza, stressati, sovraffaticati, in preda a squilibri emozionali o in uno stato di eccesso di Vata può essere utile un breve riposo nel pomeriggio.

Anche riguardo al sonno e alla stanchezza, le tre costituzioni hanno caratteristiche ed esigenze specifiche.

Ayurveda: caratteristiche del sonno nella costituzione Vata

Il Dosha Vata tende ad avere un sonno leggero e agitato, dorme da quattro a sei ore per notte. Adora divertirsi e si stanca molto, quindi ogni giorno dovrebbe organizzare un breve riposo e momenti di recupero con tecniche di meditazione e rilassamento profondo.

E' importante che abbia cura di sé e si conceda un riposo adeguato, perchè risente molto dei ritmi veloci e frenetici della vita moderna. Una volta alla settimana dovrebbe dedicare una serata al massaggio ayurvedico seguito da un bagno caldo e profumato, un ottimo sistema per rigenerarsi e mantenere la bellezza nonostante la vita stressata e caotica.

Ayurveda: caratteristiche del sonno nella costituzione Pitta

Si addormenta facilmente ma il sonno è molto vigile. Gli bastano da sei a otto ore e se capita di fare tardi per diverse notti di seguito, resiste senza difficoltà più di Vata e Kapha.

La sua natura molto mentale che non stacca mai dai problemi può interferire con la quantità e la qualità del sonno. L'ansia e le preoccupazioni della giornata, i pensieri di lavoro o delle relazioni interpersonali sono la sua principale causa d'insonnia.

Per ottimizzare il riposo, prima di dormire Pitta dovrebbe fare una doccia fresca, sorseggiare una bevanda tiepida e dolce, fare meditazione rivolto alla luna. In questo modo può mantenere a lungo la sua bellezza magnetica.

Ayurveda: caratteristiche del sonno nella costituzione Kapha

Adora dormire e prende la vita come viene, giorno dopo giorno. Raramente ha difficoltà ad addormentarsi e per almeno otto ore niente riesce a svegliarlo. Al mattino si sente fresco e riposato.

Deve fare attenzione a non dormire troppo, perché il sonno aumenta la produzione di Kapha che nel suo caso può diventare eccessivo e generare pesantezza sia fisica che mentale.
Non deve dormire di giorno o subito dopo mangiato.

La ricetta migliore per mantenere il suo aspetto fresco e disteso consiste nel dormire presto alla sera e alzarsi presto alla mattina, senza superare le otto ore di sonno.


photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!