Curato da

Alimenti derivati da ingredienti tradizionali ai quali è stata apportata qualche variazione nella composizione chimica al fine di ridurne l'apporto calorico. Tale modifica riguarda in modo particolare i grassi e i carboidrati. Negli alimenti light i grassi possono essere sostituiti da soluzioni acquose di gomme, alginati, destrine, o glucidi. I carboidrati possono essere sostituiti da zuccheri non assorbibili o da zuccheri a più elevato potere dolcificante. Un esempio è dato dal fruttosio usato al posto del glucosio nelle marmellate dietetiche, oppure dalla saccarina (priva di calorie) al posto dello zucchero. La Naturopatia non consiglia l'utilizzo costante di cibi light.

photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!