CURE TERMALI: Quali benefici danno le acque termali

 Curato da


Le terme  e le acque termali sono pratiche salutistiche ottime per il equilibrio psicofisico.

A seconda della tipologia e composizione delle acque termali, si possono ottenere benefici per sintomi o disturbi specifici:

  • Acque sulfuree: perfette per le patologie respiratorie, osteoarticolari, ginecologiche e per la cura della pelle. Indicate per dare sollievo in caso di eczema, dermatiti, e altre eruzioni cutanee. Possono essere bevute o usate per aerosol, fanghi, irrigazioni vaginali e per la balneoterapia.
  • Acque bicarbonate: grazie all'alto potere disintossicante, sono ottime per il riequilibrio idro-salino, per balneoterapia e irrigazioni vaginali. Alleviano i sintomi di disturbi come gastrite, calcolosi, gotta, malattie del fegato, diabete.
  • Acque cloruro-sodiche: possono essere sfruttate sotto forma di fanghi, irrigazioni, docce, aerosol, bibite, contrastano le malattie del fegato, gastrite, colite e stitichezza.
  • Acque arsenicali e ferruginose: molto benefiche in caso di malattie della pelle e anemia.


photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!