Guida pancia piatta: eliminare la pancia in 7 giorni - fase finale

 Curato da


Guida pancia piatta: eliminare la pancia in 7 giorni - fase finale

Cancella i cuscinetti di grasso e l'adipe in ecesso, elimina la pancia gonfia e la pancetta. Con i consigli della esperta alimentazione, puoi ritrovare la pancia piatta e ridurre il girovita.

pancia piatta come dimagrire pancia 7 giorni esercizio alimentazione

Eliminare la pancia in sette giorni: la fase finale

Ultimo decisivo attacco alla odiata "pancetta": durante il quinto, sesto e settimo giorno riduci le cellule grasse e sconfiggi per sempre i cuscinetti sul punto vita.

Giunti al quinto giorno del percorso contro la pancia gonfia e prominente è il momento di attaccare l'adipe addominale più morbido, quello che si annida più in profondità, e gli adipociti, responsabili della comparsa dei cuscinetti sul punto vita. In questa fase le tue alleate sono erbe amare e capsule d'alghe, che bruciano proprio questo tipo di grasso.

Mai più pancia gonfia

Gli adipociti si "nutrono" di carboidrati e zuccheri: giunti al quinto giorno del percorso anti pancia la diminuzione di cortisolo ed insulina in circolo consente una diminuzione della fame di dolci, rendendo più semplice l'azione di riduzione della massa adiposa più profonda. In questo modo riuscirai a ottenere una pancia piatta a lungo, senza il pericolo di nuovi gonfiori.

Infuso di erbe al posto del caffè

Un infuso di nocciolo e rosmarino bevuto a colazione e a metà pomeriggio in sostituzione del caffè svolge un azione tonificante della funzionalità epatica e contribuisce ad asciugare i grassi in eccesso. Se poi all'infuso si aggiunge una capsula di estratto secco di Rhodiola rosea (una pianta siberiana) sarà più facile abbassare la glicemia e ridurre la fame nervosa.

Abbatti l'insulina: no a bibite e dolci lievitati

In questa fase, e se possibile anche in futuro, meglio evitare i dolci lievitati, soprattutto se si tratta di preparati industriali, generalmente ricchi di grassi e zuccheri raffinati. No anche alle bevande gassate e zuccherate, che sono piene di coloranti e zuccheri, e ai latticini (consentiti gli yogurt naturali parzialmente scremati, meglio se senza zucchero). Meglio invece scegliere alimenti preparati con latte vegetale: latte di soia, di riso o di avena. Vietate le salse di tutti i tipi: i grassi e i conservanti che contengono sono il nutrimento perfetto per gli adipociti.

Masticare lentamente per una migliore digestione

Per evitare gonfiori di stomaco, problemi alla digestione e aerofagia ricorda di masticare il cibo lentamente. L'ideale è masticare almeno dieci o dodici volte ogni boccone.

Alimentazione anti adipe: si a verdure cotte, carni magre e pesce

Via libera al consumo di verdure cotte, carni magre o pesce. Una minestra al giorno, preferibilmente per cena, aiuta a disintossicarti e a sgonfiarti, soprattutto se arricchita da un pugno di riso integrale e una manciata di ortiche. Tra le insalate, scegli quelle dal sapore più amaro, come tarassaco, cicoria e rucola, che condite con olio di oliva e succo di limone aiutano a sgonfiare l'addome e a tonificare il fegato.

Cena leggera e spuntini con frutta di stagione per un addome piatto

Se colazione e pranzo possono essere più sostanziosi è invece consigliata una cena leggera, per evitare di accumulare adipe durante la notte. Per gli spuntini, a metà mattina e nel pomeriggio, scegli frutta di stagione, magari con l'aggiunta di muesli o nocciole se la fame è tanta. Infine, ricorda di consumare due o tre volte al giorno fibre grezze come il pane nero o la crusca, perché favoriscono il mantenimento di una pancia piatta e tonica regolando il sistema digestivo.

L'aiuto in più contro gli adipociti: le alghe di Kelp

Lo iodio è un elemento indispensabile per il funzionamento corretto di tiroide e ormoni, da cui dipende anche il metabolismo degli zuccheri e la loro trasformazione, o meno, in grasso addominale. Un corretto apporto di iodio consente di ridurre gli adipociti e, quindi, il grasso corporeo. Un'ottima fonte naturale di iodio sono le alghe di Kelp: una compressa al giorno, preferibilmente a pranzo, accompagnata da un bicchiere d'acqua.

Massaggio anti pancia

Mantieni l'abitudine di concederti un bagno caldo rilassante a fine giornata ma, in questi tre giorni, apporta qualche modifica: aumenta a due chili il quantitativo di sale grosso disciolto nell'acqua (sarà così più facile asciugare il grasso) e, dopo il bagno, diluisci in un cucchiaino di olio di mandorle dolci tre gocce di olio essenziale di limone, che ha proprietà tonificanti. Con questa miscela massaggia l'addome sino al completo assorbimento: otterrai una pancia tonificata e una pelle levigata.

Corso di cucina naturale

Adottare e mantenere il giusto stile alimentare è fondamentale per mantenersi in salute senza rinunciare al gusto e può dare una marcia in più anche alla lotta contro le adiposità. Per questo Simona Vignali, naturopata e esperta alimentazione, propone un corso di cucina naturale in cui potrai imparare a cucinare in maniera naturale, sana e low cost.


photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!