Curato da

La lingua patinata e biancastra di solito è sintomo di una patologia funzionale o organica dell'apparato digerente: gastrite, turbe della motilità dello stomaco, riflussi (cioè il ritorno della bile dal duodeno allo stomaco), stitichezza o cattivo funzionamento dell'intestino. Anche malattie del fegato, l'insufficienza renale e le malattie metaboliche contribuiscono a una digestione difficoltosa e, di conseguenza, al possibile manifestarsi della lingua biancastra.

Alla base di questo tipo di disturbo vi può essere peraltro una causa diversa e banale, come per esempio una disidratazione dovuta alla pratica frequente di sport. Prima di allarmarsi e recarsi dal medico, quindi, è opportuno bere abbondantemente acqua e seguire una dieta leggera evitando anche caffè, tabacco e alcol.

L'Ayurveda, antichissima scienza indiana, consiglia di pulire la lingua ogni mattina con il nettalingua, per eliminare gran parte delle tossine che si accumulano durante la notte.

photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!