Curato da

Proliferazione di sostanze specifiche come funghi, saccaromiceti e muffe che si riproducono nell'ambiente intestinale in presenza di materiale fermentativo o putrefattivo. La micosi provoca una ulteriore produzione di sostanze nocive che vengono a loro volta ri-assorbite attraverso i villi intestinali e messe in circolo. Questo pericoloso ma frequente processo si chiama autointossinazione Le forme più comuni interessano la pelle, le unghie o le mucose, cioè le superfici interne di organi come la bocca o la vagina. Può essere opportuno un ciclo di terapie depurative come per esempio l'idrocolon o il clistere.

photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!