Curato da

sciopero mcdonalds usa milano san babila solosalute

Sciopero McDonald's: proteste dei dipendenti in tutto il mondo contro la catena di Fast Food

Per il gigante dei Fast Food McDonald's sembra un momento difficile: dopo i recenti cali nel fatturato globale, si aggiungono le proteste dei dipendenti, che in tutto mondo si sono uniti per lo sciopero McDonald's più grande fin'ora. I motivi? Salari troppo bassi, che in USA costringono molte persone a richiedere i sussidi statali, e In Italia anche il rinnovo del CCNL. Come reagirà McDonald's a proteste di questo tipo?

Lo Sciopero a Milano

Ha fatto notizia l’azione dei dipendenti del punto vendita MCDonald’s di Milano San Babila, in pieno centro: all’ora di pranzo tutti i dipendenti del negozio sono usciti, abbandonando il posto di lavoro per circa 1 ora.

La protesta ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le autorità competenti sul rinnovo del CCNL del settore turismo, fermo da 2 anni a dispetto della crisi e delle difficoltà economiche e sociali che i lavoratori si trovano ad affrontare.

Le prossime proteste

Il caso di Milano non è isolato, ma fa parte di un piano deciso da dipendenti e associazioni sindacali di categoria. Nelle prossime settimane, sono previste azioni anche in altri punti vendita d’Italia che aderiranno allo sciopero di 8 ore totali indetto dai sindacati.

photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!