OBESITA': Fare attività fisica aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiache in caso di obesità

 Curato da


Sì. Uno studio condotto sulla predisposizione genetica all'obesità e l'influenza di una vita attiva, ha evidenziato che l'attività fisica riduce del 40% il rischio di andare incontro ad obesità anche quando questa è determinata da fattori genetici.

Diminuiscono di conseguenza le possibilità di contrarre malattie del cuore legate all'accumulo eccessivo di grassi e colesterolo nell'organismo.

Lo studio, effettuato su 20000 uomini e donne, ha individuato 12 varianti geniche (polimorfismi SNP) associate ad un maggiore indice di massa corporea (BMI, Body Mass Index).
I risultati hanno mostrato che mediamente ogni singola variante genetica era associato ad un aumento dell'indice di massa corporea equivalente a 455g in una persona alta 1,70m.

In individui che praticano attività fisica l'aumento di peso associato ad ogni variante genica predisponente è ridotto del 40%.


photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!