Omeopatia e prevenzione

 Curato da


Omeopatia e prevenzione

Salute naturale: l'Omeopatia per prevenire l'influenza

omeopatia rimedi naturali prevenzione influenzaQuali sono i rischi influenzali?

C’è grande paura per le nuove influenze e l’allarme dell’OMS comunica che i virus si diffondono in tutto il mondo. Non è chiaro il collegamento tra la minaccia di contagio e il vero rischio di complicanze gravi, le quali non sono così frequenti e forse sono meno pericolose di quelle registrate con le influenze degli anni passati.

Nel 2005 a Parigi si sono incontrati gli Omeopati di tutto il mondo per organizzare un team internazionale attivabile in caso di Pandemia grave. (www.world-medical-homeopathic-observatory.com).

Se una volta il rischio era l’Aviaria, prima la SARS, ora è l’H1N1. Attenzione perché il rischio di malattia è a diffusione mondiale; fino ad oggi non è mai stato così.

Omeopatia e prevenzione dell'influenza

Per affrontare la H1N1 e gli altri contagli influenzali, l'omeopatia è un valido strumento per la prevenzione e il sostegno del sistema immunitario. Gli antivirali convenzionali sono da riservare solo ai casi gravi e purtroppo non sono una panacea.

E' risaputo che nella larga maggioranza dei casi nessun farmaco chimico (per esempio l’anti-febbrile, non l’anti-biotico, non l’anti-tussigeno) utilizzato nell’influenza è realmente utile ad abbreviare i tempi di guarigione salvo sia complicata da infezione batterica.

Il vaccino omeopatico

Per prevenire il contagio si potrà utilizzare l’isoterapico dell’influenza, ovvero il «vaccino» omeopatico che ogni anno è abitualmente disponibile a partire dal mese di ottobre. Il vaccino è dispensato in 9 CH perciò un dosaggio omeopatico ancora molecolare, dunque si può considerare come un vero vaccino seppure in dosi minori rispetto a quello tradizionale.

Anas barbarie 200K

Chi frequenta zone ad alto rischio (come i College, le comunità etc.) può proteggersi con una dose settimanale di un preparato omeopatico a base di cuore e fegato di Anas barbarie 200K. L’anatra è un animale resistente all’influenza e questo preparato è un potente antivirale utile sia nella prevenzione che nella terapia (in terapia assumere una dose globuli ogni 6-8 ore per 3-4 volte).

Nuovi preparati omeopatici complessi di ultima generazione associano all’Anas Barbarie 200K rimedi come Influenzinum e Vincetoxicum Officinalis che, in sinergia tra di loro, esercitano una marcata immunostimolazione capace di bypassare il problema legato alle frequenti mutazioni del virus influenzale con conseguente inutilità e inefficacia da parte del vaccino.

Rimedi omeopatici contro la febbre

  • Per la febbre alta utilizzare Aconitum e Belladonna 9CH che sono efficaci anche per l’eventuale mal di testa associato.
  • Gelsemium se la febbre si accompagna a importante spossatezza, Eupatorium p. se si accompagna a dolori alle ossa.
  • Per la tosse secca Bryonia e per quella catarrale Pulsatilla 9 CH.
  • Se l’influenza si complica con diarrea aggiungere Arsenicum album.
  • Tutti questi medicinali si assumono in 9 CH tre granuli ogni 1-2-3 ore diradando l’assunzione in base al miglioramento.

Qualche regola sempre valida se si è ammalati

In caso di complicazioni niente «fai da te». Se dovessero insorgere dei problemi, ricorrere al medico e, se vi è indicazione, anche ai farmaci chimici. Ecco alcuni consigli utili per ridurre al minimo i tempi di convalescenza:

  • stare a riposo
  • non fare sforzi
  • bere molta acqua semplice e mangiare solo cibi molto leggeri, meglio la frutta e carboidrati in genere
  • per ridurre il rischio di contagio lavarsi spesso e molto bene le mani, anche tra le dita, particolarmente quando si trascorrono molte ore in ambienti pubblici


photo social google plusSegui i consigli gratuiti e dialoga con Simona Vignali!